I Palazzi di Parigi


Parigi, che da oltre nove secoli è la capitale della Francia e il centro intellettuale artistico e finanziario del Paese, mostra nei suoi palazzi antichi e moderni i segni della sua storia e del suo sviluppo. Il realizzarsi dell'imponente complesso urbanistico è stato favorito dall'esistenza di cave di calcare di arenarie e di gesso, dall'abbondanza di legname da costruzione e, dalla genialità di architetti, come i Gabriel, creatori dello stile omonimo, il Le Vau, il Perrault.

"Arènes de Lutèce"

Tra le vestigia più antiche sono le rovine di un teatro, "Arènes de Lutèce,  costruito all'epoca di Adriano, semidistrutto dalle invasioni barbariche e restaurato da Childerico, un re merovingio. Ricordano la conquista romana di Lutaetia, piccolo villaggio di pescatori e marinai aggruppato sull'isola dell'odierna Cité, tra i due bracci della Sequana (oggi Senna).

Palazzo Reale (Palazzo di Giustizia)
(Foto France-voyage.com)
Sempre sull'Ile della Cité, s'innalza il Palazzo di Giustizia, già Palazzo Reale, costruito da San Luigi, un re di Francia del 1290. Del primitivo edificio resta solo la Sainte-Chapelle in un cortile.

La storia narra che nel '300 esso fu ingrandito da Filippo il Bello e che solo ai tempi della Rivoluzione Francese cominciò a chiamarsi Palazzo di Giustizia per ospitare nuovi tribunali. Ingrandito nuovamente tra il 1840 e il 1914, oggi il palazzo occupa quasi tutta  la parte occidentale dell'Isola e offre, dal lato settentrionale costituito da vecchie mura sormontate da torri cilindriche a cima conica, un quadro caratteristico e indimenticabile della vecchia Parigi. Tale parte del Palazzo è la Congiergerie, destinata anticamente a unire l'ingresso della reggia. Diventata prigione, quest'ala ospitò celebri regicidi e l'infelice Maria Antonietta in attesa della carretta del supplizio. Famosa nell'angolo nord-est è la Torre dell'Orologio.

Hotel de Ville
(Foto : commons.wikimedia.org)
Della stessa epoca (1300) è la prima costruzione dell'Hotel de Ville, sede della ricca municipalità parigina dell'epoca. Di qui passò la storia della città fino al 1871, anno in cui il Comune bruciò insensatamente l'edificio  per riedificarlo qual'è ora, undici anni dopo, su progetto di Ballu e Deperthes. L'odierno Hotel de Ville ricalca il modello dell'antico edificio: è decorato nelle quattro facciate da 136 statue di personaggi celebri e come vuole il suo nome (Palazzo della Città), è tuttora sede del municipio di Parigi.

Il termine hotel, che non ha alcun riferimento alberghiero ma semplicemente significa "palazzo", precede il nome di numerose altre costruzioni parigine. Gli Hotel de Sens, de Rohan de Soubise, de Lamoignon, de Beauvais e molti antichi palazzi raccolti intorno all'antica Place Royale, oggi Piazza dei Vosgi, formano il Marais, uno dei più rari e splendidi complessi urbanistici di Francia e d'Europa.

Hotel de Rohan
Il castello, forse più bello di questo quartiere, è l'Hotel de Rohan, costruito nel 1705-1708 da Delamair per il cardinale Armando de Rohan e decorato splendidamente nell'interno. Sulla soglia delle scuderie, il celbre bassorilievo di Robert Le Lorrain raffigurante i cavalli d'Apollo è una delle più belle sculture francesi del '700.

Gemello è l'Hotel de Soubise, appartenente a un ramo della stessa famiglia. Esso offre un inatteso spettacolo al visitatore, che varcatone il modesto ingresso, si trova di fronte a uno smisurato cortile d'onore, veramente degno di una reggia, dove un'armoniosa duplice curva di portici si diparte dal corpo centrale dell'edificio.

Hotel de Soubise
Hotel Beauvais
Il magnifico cortile dell'Hotel Beauvais, a forma circolare, è stato costruito da Le Pautre nel 1655.

Ma usciamo ora dal Marais e passiamo a visitare edifici dai nomi più celebri e più conosciuti in tutto il mondo.


Continua...


Articoli correlati:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...