I Castelli della Loira: "Il Castello di Blois"

Nel Castello di Blois soggiornarono molti re del Rinascimento.
Il secondo piano ha conservato il nome di "piano del delitto", da quando vi
fu assassinato il Duca di Guisa il 23 dicembre del 1588.

Uno dei più celebri castelli è quello di Blois, di cui, nel Rinascimento, il ruolo di residenza reale è riavvicinabile a quello che doveva avere Versailles nei tempi di maggior splendore.

Vi si trova ancora, quindi, un corpo di edifici (quello che chiude la Sala degli Stati) appartenente all'epoca feudale. Luigi XII vi aggiunse un'ala di mattoni e di pietre, i cui ornamenti denotano un'influenza italiana. Francesco I a sua volta l'ingrandì e, dal lato del cortile, vi fece costruire una scalinata a torretta, la cui balaustrata rassomiglia ad un grazioso merletto rinascimentale in pietra.

Nel XVII secolo, l'architetto Mansart incominciò la costruzione di un nuovo castello, ma il "grande momento" della Loira era terminato ed egli non finì mai ciò che aveva iniziato.


Articoli correlati:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...