Friuli e Venezia Giulia


Piccola regione ma con due nomi sonanti e una grande varietà di caratteristiche. L'unione amministrativa fra il minuscolo lembo della vecchia "Venezia Giulia" rimasto all'Italia dopo l'ultima guerra e il più vasto Friuli è logica, ma usi, costumi e dialetti differiscono molto fra la Carnia e il Triestino, fra Gorizia e le Prealpi di Pordenone. Turisticamente, il Friuli-Venezia Giulia è di grande interesse per le sue città, per le sue montagne, per le grotte e gli altri paesaggi, per il suo settore costiero. Non solo, oltre alle montagne e alle spiagge, la regione offre ai suoi visitatori qualche importante centro d'arte e di archeologia, e molti paesi caratteristici.

Le province sono:

Trieste, dai quartieri di notevole interesse, monumenti singolari, belle piazze e vie caratteristiche. La bella basilica romano-bizantina, il castello e i musei annessi, il porto e il mare. Da non dimenticare, inoltre, il Museo Teatrale, i due Musei Civici del Colle di San Giusto, l'interessante Museo Sartorio, ambientato in un edificio dell'Ottocento perfettamente conservato, il Museo Revoltella d'arte moderna, e ancora il Museo del Mare, il famoso Acquario e il Museo del Risorgimento.
Gorizia, qui possiamo trovare notevoli monumenti medievali e barocchi. Il Castello, forse il più noto monumento della città, sorge sul punto più alto di un ripido colle. Il Duomo invece è il principale edificio ecclesiastico di Gorizia, dedicato a Sant'Ilario di Aquileia e a San Taziano ed elevato al rango di cattedrale nel 1752.



Pordenone,
capoluogo dell'omonima provincia nel Friuli-Venezia Giulia, con il suo campanile e il monumento ai caduti, il Palazzo Comunale e il Duomo concattedrale di S. Marco e ancora il Palazzo Ricchieri, ora sede del Museo Civico d'Arte e il Santuario della Beata Vergine delle Grazie. Pordenone con le sue numerose piazze: Piazza San Marco, Piazza della Motta,Piazza Risorgimento,Piazza del Cristo,Piazza Cavour,Piazza XX Settembre,Piazza Giustiniano ecc...Un tuffo nel paesaggio della provincia di Pordenone, guardando da ovest verso est in una cartina geografica, ci mostra un numeo di orridi e di gole impressionanti, la famigerata e tenebrosa gola del Vaiont, quelle della Cellina e dei suoi affluenti, quelle completamente deserte della Val Cimoliana e della Val Settimana, poi più a est il burrone di Frisanco ecc...

Udine, dal clima prevalentemente continentale con inverni rigidi e temperature abbastanza elevate in estate, offre ai suo visitatori numerosi monumenti e luoghi di interesse, ricordiamo il
  • Castello sito su di un colle che domina la città, oggi sede dei Civici Musei che comprendono una pinacoteca, il museo archeologico e numismatico, il museo del Risorgimento ed una fototeca. 
  • Le Chiese, tra queste ricordiamo la  Chiesa di San Giacomo eretta nel 1378 per volere della Confraternita dei pellicciai, accanto alla quale sorge la Cappella delle anime realizzata nel 1744 con all'interno una tela di Michelangelo Grigoletti. 
  • E i palazzi, primo fra tutti per celebrità il Palazzo Patriarcale, che ospita la Biblioteca Delfiniana o arcivescovile, che fu la prima biblioteca aperta al pubblico nella città di Udine. (Il resto lascio a voi scoprirlo).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...