Avignone

Avignone
Avignone circondata da mura trecentesche ai piedi di uno sperone roccioso sul corso del Rodano, è entrata nella storia per il settantennio (1309-77) che il seggio di Pietro vi trascorse in esilio (dopo lo scisma d'Occidente, gli antipapi furono in città fino ai primi del 400). Nel 1348 Clemente VI aveva comprato Avignone dalla regina Giovanna d'Angiò, e solo con la grande rivoluzione la città ritornò a far parte della Francia (1791).

Segni tangibili di questa fase della storia francese li ritroviamo nella presenza del grandioso e fortificato Palais des Papes, accanto al quale sorge la cattedrale Notre-Dame-des-Doms, con il sepolcro gotico di Giovanni XXII, nella stessa piazza, il Musée du Petit Palais conserva una notevole collezione di opere pittoriche del Rinascimento italiano.

Ma al di là di chiese e musei da visitare, se ci ritroviamo a programmare la nostra vacanza nel periodo luglio e agosto, il Festival di teatro, musica e danza, ci accoglierà offrendoci, in una suggestiva cornice, i più vivaci protagonisti del palcoscenico a livello internazionale.

A pochi chilometri a nord lo Chateauneuf-du-Pape, ci offre la vista di una seconda residenza dei pontefici in esilio anche se il luogo è molto più noto per la produzione dei suoi vini, che sono di prima qualità. Ci troviamo anche vicini a Carpentras, a 16 km a nord-est di Avignone, le sue origini sono precedenti l'epoca romana, qui possiamo ammirare la sinagoga di fondazione trecentesca ma ricostruita nel 1743, è la più antica di Francia, unica superstite di un antico quartiere ebraico.

Non dimetichiamo di dare uno sguardo alla tardogotica St-Siffrein, il palais de Justice del 1640 e alcuni musei come il Musée Sobirats, e il Musée Comtadin-Duplessis. Infine proseguendo per una strada che sale da Carpentras, a 1900 m, troviamo il Ventoux, una grande roccia calcarea isolata, passata alla storia per la scalata che vi effettuò Francesco Petrarca il 26 aprile del 1336.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...